Insurance

Feb 11 2019

Come Costituire uno Studio Associato, Il Commercialista dei Professionisti, studio legale roma cerca avvocato. #Studio #legale #roma #cerca #avvocato


Come Costituire uno Studio Associato

Complice forse la generalizzata crisi economica che non accenna a terminare, negli ultimi anni lesercizio in forma associata delle libere professioni si sta via via sempre più diffondendo. Solo nelle ultime settimane mi è stato chiesto per ben tre volte delucidazioni su come costituire uno studio associato professionale.

Al di là delle solite domande, se associarsi o no, oppure ancora con chi associarsi, la gestione in forma associata di unattività professionale consente ai professionisti diversi vantaggi, come ad esempio la possibilità di ripartire i costi dello studio professionale fra tutti gli associati, migliore gestione degli incarichi o semplicemente avere a disposizione differenti professionalità e skills.

Giovani avvocati, architetti, ingegneri, notai, consulenti, medici, ed altri professionisti potrebbero trovare davvero conveniente iniziare (o continuare) la professione in comune con altri giovani partner allo scopo di offrire servizi completi, ripartire il lavoro, condividere mezzi e/o strumenti di lavoro e così via.

Ma come costituire uno studio associato? Ne parliamo in questo articolo.

Attenzione: se sei un commercialista o comunque un addetto ai lavori, questo articolo per la sua semplicità e genericità, NON fa per te!

Principali vantaggi dellassociazione tra professionisti

La costituzione di uno studio associato può avvenire con una scrittura privata con firma autenticata oppure con un atto pubblico. Latto deve poi essere comunicato agli ordini professionali competenti (solo per quelle professioni che prevedono liscrizione allalbo, ovviamente).

Una volta costituito lo studio associato, occorre aprire la partita Iva presso lAgenzia delle Entrate competente per territorio o rivolgersi ad un intermediario abilitato che provvederà ad aprire la partita Iva telematicamente.

Dal punto di vista fiscale, il reddito prodotto dallo studio associato non è classificabile come reddito di impresa, visto che lorganizzazione professionale è costituita per lo svolgimento dellattività intellettuale di due o più professionisti. Si tratta sempre di reddito di lavoro autonomo. Come già detto, tutti gli associati che partecipano allo studio associato, devono infatti, essere professionisti regolarmente iscritti al proprio ordine.

Il rapporto professionale fra il professionista ed il cliente rimane individuale, e formalmente viene regolarizzato mediante contratto o una semplice lettera di incarico, che definisce esattamente la tipologia della prestazione richiesta dal cliente allo studio, ed i diritti e doveri di ciascuna parte. Lesecuzione della prestazione avviene con limpiego di persone legate allo studio (soci partner o collaboratori).

Le entrate ed i compensi dellattività professionale sono percepite dallassociazione e le quote di partecipazione agli utili si presumono proporzionate al valore dei conferimenti degli associati, se non risultano determinate diversamente dallatto costitutivo.

Per quanto attiene al trattamento fiscale, gli studi professionali determinano autonomamente il proprio reddito ma non sono direttamente soggetti ad imposte dirette. Il reddito prodotto dallo studio associato è tassato ai fini Irpef in capo ai singoli soci. Sullo studio associato grava lIrap (imposta regionale sulle attività produttive).

Anche per gli studi associati, si applicano gli studi di settore. Gli studi di settore sono uno strumento di accertamento che sulla base di alcuni dati (contabili ed extracontabili), con un metodo informatizzato e statistico, mirano a calcolare i ricavi presuntivi per ogni singola attività di impresa o professionale.

Per quanto attiene al trattamento previdenziale, i singoli associati devono iscriversi alla Cassa di Previdenza del proprio ordine professionale di appartenenza.

Evidenziando il fatto che questo articolo tratta solamente i principi generali che attengono alla costituzione e alla gestione di uno studio associato, e che occorrerebbe valutare altre problematiche di tipo differente, se sei un professionista e per svariati motivi, stai pensando di unirti ad altri professionisti, forse la costituzione di uno studio associato potrebbe essere una buona opportunità.

Per fare una domanda su questo argomento clicca qui.


Written by INSURANCE


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *